Editoria

Le collane

Dalla sua fondazione, avvenuta nel 1993, la casa editrice SAP ha pubblicato oltre 50 opere di carattere scientifico.

Grazie alle collaborazione con studiosi di archeologia e storia italiani ed europei, ha dato vita ad un'interessante e prolifica produzione editoriale, articolata in 5 collane:

  • Documenti di Archeologia
  • PCA Post-Classical Archaeologies.
  • Progetti di Archeologia
  • Manuali per l'archeologia
  • Quaderni di Archeologia del Mantovano

A queste si aggiungono diverse monografie ed una serie di video-documentari firmata dal regista mantovano Paolo Chiodarelli.

Carrello e Spedizioni

Dalla sua fondazione, avvenuta nel 1993, la casa editrice SAP ha pubblicato oltre 50 opere di carattere scientifico.

Le spedizioni sono effettuate a mezzo posta. A causa della recente abolizione delle agevolazioni alle case editrici per le spedizioni postali, si prega di contattarci per concordare modalità e costi di spedizione.

Visualizza il tuo carrello

Dettaglio prodotto

Alimentazione, salute e mobilità della popolazione in Italia settentrionale tra IV e VIII secolo. Approcci bioarcheologici
ISBN_978-88-99547-31-8

Alimentazione, salute e mobilità della popolazione in Italia settentrionale tra IV e VIII secolo. Approcci bioarcheologici

2019Maurizio Marinato62186 pp. - illustrazioni a colori, Peso: 0,9 kg
Tra V e VIII secolo d.C., si assiste in Europa a una serie di radicali trasformazioni in ambito politico, economico, socio-culturale e ambientale. All’interno del dibattito tra storici e archeologi sulla questione della continuità o discontinuità delle strutture politiche, economiche e sociali tra tardoantico e altomedioevo, un ruolo fondamentale è stato giocato dall’archeologia funeraria. Questo lavoro ha considerato cinque contesti cimiteriali dell’Italia settentrionale (dalle province di Bergamo e Modena) inquadrabili tra la fine dell’Impero romano (IV-V secolo d.C.) e l’epoca altomedievale (fino all’VIII secolo d.C.), analizzando le informazioni archeologiche, antropologiche, paleopatologiche e ha inteso inoltre, tramite lo studio degli isotopi stabili, comprendere il tipo di alimentazione e identificare eventuali individui alloctoni, sia attraverso possibili variazioni alimentari, sia con lo studio degli isotopi dello stronzio. La possibilità di incrociare i dati delle analisi biochimiche con lo studio antropologico ha consentito di ricostruire alcuni aspetti delle condizioni di vita e della capacità di adattamento delle persone nel periodo di transizione tra l’età tardoantica e quella altomedievale.
40,00€